Amigdala

Finalista
Edizione: 
2018
Larghezza: 
100
Altezza: 
110
Profondità: 
60
Anno Opera: 
2018
Tecnica
Ferro Saldato
Descrizione
Il nostro Io, il nostro essere, potrebbe essere concepito come il centro di una ramificata struttura: solida, integra e ordinata; ma questa struttura (sfera relazionale) è soggetta ad una frammentazione progressiva. È un sistema (emotivo, sensoriale, percettivo) magmatico e poliedrico che divide la nostra esperienza, la scinde in più piani: interconnessi da una moltitudine di relazioni, ma autonomi, tendenti ad un espansione in direzioni diverse e non prevedibili. I miei elaborati tendono ad una analisi introspettiva di queste scissioni dell'esperienza. Una messa in luce delle sfaccettature e della fragilità strutturale del nostro essere, il naturale slancio al mutamento e al conflitto tra istinto e raziocinio. Come la volontà di ascesa dell'essere deve fare i conti con il deperimento materiale, l'apparente costituzione duratura e resistente del metallo si tramuta in precaria e decadente. La potenzialità dell'atto artistico di sovvertire tempo e spazio poggia su piedi arrugginiti.