C9C50TXX444Y17NX

Edizione: 
2018
Larghezza: 
20
Altezza: 
20
Profondità: 
20
Anno Opera: 
2017
Tecnica
Cemento fibrorinforzato e pigmenti
Descrizione
Scultura realizzata a San Francisco con un macchinario auto-costruito, che tramite il sottovuoto permette di gonfiare una membrana elastica al suo interno. In questo macchinario di 20x20x20 cm sono collocati degli oggetti, nient'altro che giochi per la prima infanzia. La membrana, gonfiandosi, può occupare lo spazio vuoto, ma non quello già occupato. Una volta gonfia, viene colato al suo interno del cemento che, indurendo, ne cristallizza la forma nel tempo. Ciò che prima era aria diventa cemento, ciò che prima erano oggetti, diventano spazio vuoto. Il macchinario è come una mamma che genera figli tutti diversi perché il padre (lo scultore) cambia il patrimonio genetico, la matrice, cambiando la disposizione degli oggetti. Anche quando i "figli", le sculture, saranno lontane dalla madre, continueranno a ricordarne la forma. Per vedere il processo produttivo: https://www.youtube.com/watch?v=Y-JhgF_oIAY&t=1s