Perdita di Geografia

Edizione: 
2018
Larghezza: 
150
Altezza: 
100
Anno Opera: 
2018
Tecnica
inchiostro di china, carta, paraffina
Descrizione
“Perdita di Geografia” è costituita da frammenti appesi direttamente su muro con scotch di carta: la composizione viene stravolta e ricomposta, variando accostamenti e sovrapposizioni sempre con risultato diverso. L'impossibilita di “fissare” definitivamente pezzi di carta svolazzanti e le onde del mare. I brandelli di una mappa di carta deperita, lacera, viene assemblata “mappando” le zone che sulla carta originale rappresentavano il mare. Una rappresentazione in scala ridotta delle superfici marine e i fenomeni che su di essa avvengono . La cartografia: ramo scientifico ed elemento essenziale della geografia; la forma archetipica e originaria del sapere occidentale. Nell'epoca della globalizzazione e della rete: la mappa su tavola, su carta, perde la funzione stessa della cartografia, scrivere, tracciare, segnare, l'impulso di indagare ciò che ci circonda, dove ci troviamo e quello che non conosciamo.