White dishes for dinner

Edizione: 
2018
Larghezza: 
90
Altezza: 
60
Anno Opera: 
2015
Tecnica
Fotografia
Descrizione
La sensazione di insoddisfazione che la luce del giorno lascia dietro sé dopo essersi placata, il senso di desolazione, la paura di aver sprecato il proprio tempo oggi e di farlo anche domani: sono queste le tre problematiche che assillano continuamente le mie giornate e, soprattutto, le mie cene. La cena è il momento in cui si passa in rassegna l'intera giornata, la fase conclusiva in cui si considera, si riflette, si mettono sul tavolo i frutti raccolti durante il giorno. Ma inevitabilmente, ogni sera, nessun frutto viene raccolto; solo dei piatti bianchi, vuoti, privi di qualsivoglia contenuto. Ad essere narrata è una situazione notturna, ma la luce invade l'immagine, come ad eclissare la sensazione di insofferenza provata. Qui il bianco non rivela nulla, ma nasconde; e vi ci si aggrappa nella speranza di non precipitare in un vortice anomalo di perenne inquietudine.